Tanit, la riscossa della piccola editoria di qualità all’insegna del Creative Commons

tanit-logoSaluto con entusiasmo il recente varo di una nuova casa editrice, rigorosamente “non a pagamento”, Tanit.

Come spiegano bene le sue fondatrici, tra le quali mi piace ricordare Livia Di Pasquale, instancabile curatrice tra l’altro di Liblog:

Tanit è una casa editrice che nasce dall’incontro/scontro di due donne e una dea. È lei la Tanit del nome, la dea madre dei fenici, popolo della scrittura; è lei che presiede alla fertilità, alla gioia, alla guerra. Come casa editrice il nostro compito è creare quell’ambiente fertile per i lettori, ma anche per gli scrittori, in cui possa germinare cultura; salvaguardare e diffondere la letteratura; infine, combattere anche noi l’editoria a pagamento. Per questo ci serve la sua guida. Tanit pubblica narrativa, dando ampio spazio ad autori emergenti, con licenza Creative Commons (by-nc-sa), perché è convinta che il Creative Commons non leda né l’autore né l’editore, ma che invece dia origine a uno scambio creativo in cui si produce cultura.

Il primo titolo di questa nuova, promettente realtà editoriale, in uscita nei prossimi giorni, è Nessun Peccato di Maria Luce Bondì.

Annunci

2 pensieri su “Tanit, la riscossa della piccola editoria di qualità all’insegna del Creative Commons

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...