Logan

loganLogan – The Wolverine, da poco uscito nelle sale italiane, è un gran bel film, diretto da James Mangold, già regista del precedente, non meno valido, Wolverine – L’immortale.

Il protagonista è il personaggio più amato degli X-Men, l’artigliato Wolverine, in coppia con il vecchio mentore Charles Xavier e dalla piccola Laura, nel ruolo della “figlia” del vecchio Wolvie.

Il tema della vecchiaia dei 2 personaggi è reale, poiché il film è ambientato nel 2029: Logan è indebolito e malandato e Xavier, novantenne, è affetto da una malattia neurologica degenerativa.

Non intendo rivelare altro della trama, per non privarvi del piacere della visione: la pellicola merita. Non è affatto un film “di supereroi”: lo si può considerare invece uno spietato film d’azione, quasi un western crepuscolare alla Clint Eastwood, che utilizza personaggi tratti dai fumetti.

I dialoghi sono taglienti, il linguaggio duro, le scene cruente ben oltre lo standard dei cosiddetti “cinecomic”: non a caso il film è vietato ai minori.

Interessante la caratterizzazione che Hugh Jackman conferisce al suo personaggio: l’aspetto ricorda molto il Mel Gibson odierno dei film d’azione, mentre l’atteggiamento è inconfondibilmente plasmato sul già citato Clint Eastwood.

Da notare:

  1. in questo film non fa la consueta comparsata il mitico Stan Lee, caso davvero raro
  2. non c’è l’immancabile scena oltre i titoli di coda, come accade per tradizione nei film Marvel.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...