XII trofeo la centuria e la zona morta

XII Edizione del Trofeo Letterario Fantasy La Centuria, La Zona Morta e Associazione A' Campanassa di Savona 2019- 2020È partita la XII Edizione del Trofeo Letterario La Centuria e La Zona Morta per racconti fantasy con la collaborazione dell’Associazione “A Campanassa” di Savona e della manifestazione “Savona International Model Show 2020”.

L’Associazione Culturale “La Centuria” e il sito “La Zona Morta” gestiranno le varie fasi dell’iniziativa e selezioneranno, tra gli scritti pervenuti, i racconti finalisti, i quali saranno poi valutati da una Giuria di qualità costituita da scrittori quali Davide Longoni, Donato Altomare, Filippo Radogna, Giovanni Mongini, Alessio Banini, Anna Giraldo ed Emanuele Manco, oltre a esperti appassionati del settore dell’Associazione “La Centuria”, dalla Prof.ssa BOTTINELLI Simonetta dell’Associazione “A Campanassa” e da autori di giochi.

Continua a leggere

Franco Battiato: Torneremo ancora

BattiaFa uno strano effetto ascoltare quello che a tutti gli effetti potrebbe essere l’ultimo – nel senso, ahinoi, di definitivo – album di Franco Battiato, Torneremo ancora.

15 brani, di cui 14 registrati dal vivo con la sontuosa Royal Philharmonic Orchestra e uno, quello che dà il titolo all’album, inciso in studio (poco più di una demo, sia pure orchestrata e arrangiata a posteriori).

Un effetto strano, dicevo, perché non si può ascoltare il disco senza ignorare il periodo difficile che sta vivendo Battiato: si è colti da un senso di malinconia a tratti struggente, nel risentire la voce, già a tratti esitante e affaticata del grande musicista.

Né è di conforto la visione del clip promozionale diffuso in occasione dell’uscita del disco, che mostra l’artista stanco e provato, quasi smarrito. L’intento forse era quello di mostrarlo al lavoro con la sua amatissima musica, ma le immagini,  quasi impudiche, al contrario finiscono per rattristare e turbare lo spettatore.

Mi è tornato in mente il video, per certi versi analogo, di Headlong, brano dei Queen tratto dall’album Innuendo, che mostra un Freddie Mercury smagrito recitare la consueta parte della rockstar sfrontata e impetuosa. Quando vidi l’immagine di Freddie in studio di registrazione ricordo che ne rimasi molto turbato: mi sembrò di cogliere i segni della malattia su quei lineamenti resi quasi iconici da tanti videoclip di successo. E ancora la notizia della malattia non era trapelata.

Nonostante ciò, alla fine Torneremo ancora risulta un buon lavoro, quasi spiazzante nella sua paradossalmente scarna solennità. E se anche dovesse scrivere la parola fine alla vasta discografia del Maestro, posso affermare senza problemi che non sfigura affatto accanto agli altri lavori pubblicati in precedenza.

E chissà che non torni ancora anche lui, Franco Battiato: vulcanico, poliedrico e provocatorio come l’abbiamo sempre conosciuto e apprezzato.

Addio a Fred Bongusto

FredÈ scomparso all’età di 84 anni il grande Fred Bongusto. Ai più giovani forse questo nome non dirà molto, ma le sue canzoni e la sua voce, dal timbro caldo e suadente, hanno lasciato un segno indelebile nella musica degli anni ’60 e ’70.

Brani come Una rotonda sul mare, Tre settimane da raccontare, La mia estate con teBalliamo hanno accompagnato la mia infanzia. Ricordo l’ironia e l’eleganza di questo grande crooner, spesso presente sugli schermi in bianco e nero della televisione di una volta, nei cosiddetti programmi di varietà.

Tra l’altro, forse non tutti sanno che un giovanissimo Zucchero ha fatto negli anni ’70 da apripista ai concerti di Bongusto: in un’occasione, tardando ad entrare in scena Fred, lo rimpiazzò per lo spazio di una canzone, imitandolo alla perfezione proprio nella sua celeberrima Una rotonda sul mare. Fred, racconta Zucchero, lo rimbrottò scherzosamente, per “averci preso troppo gusto”…

Addio, Fred. Le tue canzoni non ci lasceranno, come il tuo ricordo.

Zucked!

RogerMcNamee_ZuckedRoger McNamee, uno dei business men più in vista della Silicon Valley, è stato tra i primi finanziatori di quel mostro tentacolare che è Facebook, nonché per qualche tempo anche mentore del vulcanico Mark Zuckerberg.

Oggi, dopo l’infuriare dei vari scandali che hanno colpito la creatura di “Zuck”, si dichiara pentito delle sue azioni.

Non è solo, per fortuna. In questi ultimi anni è in corso un serio processo di ripensamento sui social network, non solo nel mondo informatico, ma più in generale nel mondo del giornalismo e nella società civile più evoluta e attenta ai gravi rischi connessi alla pervasività rapace delle piattaforme social e all’abuso dei vari dispositivi digitali. Tutti strumenti che, sia pure utili, quando non indispensabili, nel giro di pochi anni sono diventati vere e proprie appendici di quasi tutti noi.

Ebbene McNamee, con grande ricchezza d’argomenti, ha scritto un saggio che mette in guardia gli utenti di Facebook sui seri rischi derivanti dall’utilizzo della celebre piattaforma.

Ne raccomando la lettura a tutti, al fine di cominciare a rendersi conto del pericolo rappresentato da Facebook, vera e propria minaccia per la democrazia e potente veicolo per la diffusione delle temutissime e, ahinoi, sempre più diffuse fake news.

Per maggiori info, potete leggere la recensione estesa del libro qui.

Bruce Sterling e il Connettivismo

Bruce Sterling cita il Movimento Connettivista, non so se mi spiego….

Anzi, lo spiega bene il post che segue!

KippleBlog

Bruce Sterling, ospite a Lucca Comics 2019, nomina l’antologia LaPrimaFrontiera, a cura di Sandro Battisti, e i connettivisti: “In Italia poi ci sono i connettivisti, che sono un po’ gli scrittori cyberpunk nostrani: mi ha reso felice contribuire alla loro ultima antologia La prima frontiera” […]

L’intervista completa è su MondoFox Cinema; il vulcanico autore statunitense, ormai naturalizzato torinese, ha parlato a braccio di molti argomenti, tra i quali un omaggio al nostro editore Lukha B. Kremo per i suoi meriti autoriali ed editoriali.

Tornando alla Prima Frontiera, vi ricordiamo che c’è ora l’audiolibro free del racconto “Il corpo” di Luigi Musolino, registrato da Casanova&Loreti audiobooks; vi ricordo anche gli autori coinvolti nel progetto:

👽 GLI AUTORI

Bruce Sterling, Lukha B. Kremo, Giovanni De Matteo, Giovanna Repetto, Luigi Musolino, Alessandro Forlani, Pee Gee Daniel, Mario Gazzola

View original post 67 altre parole

Ecco disponibile “Il cacciatore di sirene”, di Domenico Mortellaro, Premio Kipple 2019

È uscito “Il cacciatore di sirene”, romanzo di Domenico Mortellaro vincitore del Premio Kipple 2019. Maggiori info nel post che segue.

KippleBlog

Il cacciatore di sirene, il romanzo di Domenico Mortellaro vincitore del Premio Kipple 2019, è da oggi disponibile su www.kipple.it e nelle principali librerie online, in formato digitale e cartaceo. La copertina è a cura di Ksenja Laginja

Nell’Italia buia del Ventennio, un caso provinciale di follia vede protagonisti un direttore del manicomio, un ispettore di Polizia inviato direttamente da Mussolini e Carl Gustav Jung. L’autore tratteggia con la maestria del romanzo non di genere i profili dei personaggi, facendo risaltare prepotentemente i sussulti weird dell’assurdo che s’insinua sotto la soglia del reale. Un’interpretazione magistrale da parte di Mortellaro che pone l’autore nell’olimpo dei nuovi narratori del Fantastico e del mainstream.

Sinossi

Un romanzo che va oltre il racconto di genere. Domenico Mortellaro vince il Premio Kipple 2019 con una storia che fa del Fantastico la sua bandiera, mentre racconta fatti verosimili e derive immaginifiche di un’Italia…

View original post 915 altre parole