Kipple.it: promo #poetrysummer

NUova promozione – la terza! – Kipple dell’estate 2018: #poetrysummer studiata per i fan, ma non solo loro, di Kipple.it! Dal 26 agosto fino al primo settembre, le poesie della collana VersiGuasti, i CD/DVD e i gadget sono in sconto al 50%, con un minimo di spesa di 15 euro.

KippleBlog

Torna la terza promozione Kipple dell’estate 2018, si chiama #poetrysummer ed è pensata per chiunque ami Kipple.it! Da domani 26 agosto fino al 1 settembre, le poesie della collana VersiGuasti, i CD/DVD e i Gadget sono in sconto al 50%, con un minimo di spesa di 15 euro.

Cosa c’è nell’offerta? Vi diamo alcuni titoli a caso: Epidemia di Carlo Bordini, Rosso.Niente. di Kenneth Krabat, Adyton di Diana Maat, Io sono nessuno, tu chi sei? Silvio Raffo legge Emily Dickinson, Sonora Commedia di AA.VV., Milano non è romantica, KippleDrive, la chiavetta con i prodotti Kipple e tanti altri fantastici titoli, con la sola esclusionedei Tarocchi quantistici.

Come si usufruisce della promo #poetrysummer? Con un ordine minimo di 15 euro, nel carrello inserite anche il coupon #poetrysummer e procedete all’acquisto. Semplice, no?

L’estate è nella sua fase finale, siete…

View original post 13 altre parole

Esce per Kipple Officina Libraria Bibbia d’Asfalto n. 9

In questi giorni ahinoi avari di poesia e bellezza vi segnalo una bella novità da Kipple Officina Libraria: il nono numero di Bibbia d’Asfalto – Poesia Urbana e Autostradale, rivista aperiodica di poesia e narrativa diretta da Enzo Lomanno, acquistabile sul sito http://www.kipple.it e nelle principali librerie online.
Last but not least, la copertina – a mio avviso splendida – è realizzata dalla sempre più brava Ksenja Laginja.

KippleBlog

Kipple Officina Libraria è lieta di presentarvi il nono numero di Bibbia d’Asfalto – Poesia Urbana e Autostradale, la rivista aperiodica di poesia e narrativa diretta da Enzo Lomanno che potete leggere e acquistare sul sito www.kipple.it e nelle principali librerie online.
Fin dal suo esordio, prima come blog e successivamente come rivista, BdA è sempre stata terra di sperimentazioni su strade alternative, abrasiva come l’asfalto e votata alla ricerca di nuove connessioni e collaborazioni. BdA rinasce a nuova vita, più indomita della fenice, come atto di resilienza da parte della redazione e come luogo in cui custodire cose preziose per domani. La via è aperta, l’asfalto è bollente e le pagine sono incandescenti.

> La copertina è realizzata da Ksenja Laginja

Dall’editoriale

Molte esperienze non sono dicibili, accadono in uno spazio in cui mai nessuna parola è penetrata
(R.M. Rilke)

Si scrive per l’assenza, per l’assoluta totale…

View original post 376 altre parole

Macerie, di Laura Accerboni

uppercover

Kipple Officina Libraria ha appena pubblicato, nella collana VersiGuasti, Macerie, di Laura Accerboni, poetessa che in questa pubblicazione dà prova di asciuttezza.

Non v’è alcun fronzolo o ammiccamento alla poesia contemporanea che tende a giocare con finali a sorpresa e spiazzanti: al contrario, la voce dell’autrice è lineare, portatrice di un’evidenza limpida, fattuale nella sua immediata evidenza. Materia che si (im)pone come concreta evidenza.

La bella introduzione è opera di Alex Tonelli e presenta il percorso artistico di questo volumetto digitale, impreziosito dalla copertina di Ksenja Laginja e dalle opere grafiche interne del collettivo SpiceLapis;

Dall’introduzione

Apparentemente ermetiche, quasi fossero prive di un significato logico, di una narrativa da condividere con il lettore, private di un messaggio da comunicare e di una storia da narrare, le poesie di Laura Accerboni colpiscono e, come detto sopra, si (im)pongono evidenti, fattuali oggetti di materia, ipostasi composte di suoni e voci.
Monadi, le poesie dell’Autrice genovese sono Monadi di dolore, aggregati di un amalgama fatto di memorie, di terriccio, di corpi, di carta vergata, di radici e piante. Impasti secchi di sensazioni in cui solo lontanamente si rintraccia un senso compiuto, un significato manifesto. Ciò che resta dall’operazione compiuta dalla poetessa è un indistinto groviglio di immagini intrecciate l’una con l’altra in un apparente delirio emozionale.
Confini dentro la schiena, erba che non cresce (però) dentro le mani, montagne dentro celle fredde, case che pregano e radici che diventano fondamenta, stelle fatte di terra, mari di calce solcati da corpi alla deriva. Questo l’immaginario apparentemente distorto di Laura Accerboni.
Poesie che diventano oggetti, sfere dense di intrisa corporeità, ostacoli contro cui il lettore si scontra, si imbatte e ciò che prova è ciò che naturalmente vive ogni qual volta viene messo di fronte alla propria muta finitudine, all’impossibilità ontologica, al banale non-potere. È il dolore, mai citato direttamente dall’Autrice; il dolore è descritto in molte delle sue infinite manifestazioni: “un limite \ piantato in gola \ come una scheggia”, “Stelle \ piene di terra”, “l‘erba \ dentro le mani \ però non cresce”.

La quarta

Un’idea si è composta lentamente, stratificandosi di emozione in emozione durante le ripetute letture di questi versi, una sensazione che si è fatta strada sillaba dopo sillaba, aldilà dell’apparente contenuto dei testi, oltre il suono e il significato. Un’emozione che solo si sa afferrare e vagamente descrivere: le poesie di Laura Accerboni sono materiche, fatte di densa sostanza e non di parole. Di sassi e polvere, di radici e piante, di lacrime e calce, di corpi.

L’autrice

Laura Accerboni è nata a Genova nel 1985. Attualmente vive a Lugano dove ha frequentato il Master in Lingua, Letteratura e Civiltà Italiana (USI). Sue poesie sono state pubblicate su diverse riviste tra cui Nuova corrente (Visti da fuori. La poesia italiana oggi in Europa); Italian Poetry Rewiew (Plurilingual Journal of creativity and criticism sponsored by Columbia University, The Italian Academy for Advanced Studies in America and Fordham University); Gradiva (International Journal of Italian Poetry Editor Luigi Fontanella); Poesia Crocetti Editore; Lo Specchio della Stampa; Steve; Capoverso; Loch Raven Review (USA, Maryland) e sulla rivista olandese Kluger Hans. Sono in corso di pubblicazione sulla rivista svedese 10TAL, sull’antologia InVerse (John Cabot University Press) e sul settimanale tedesco Der Siegel. Ha conseguito diversi premi letterari tra cui: Lerici Pea giovani (1996); Premio internazionale di poesia Piero Alinari (2011), Sezione poesia inedita; Premio Achille Marazza Opera Prima (2012). Nel 2016 è uscito presso la casa editrice Nottetempo il libro di poesie La parte dell’annegato. Nel 2010 ha pubblicato per le Edizioni del Leone la raccolta poetica Attorno a ciò che non è stato (Premio Marazza Opera Prima, 2012). È stata ospite di festival internazionali tra cui: Poetry International Rotterdam (Olanda); Goran’s Spring (Croazia); Felix Poetry Festival (Belgio); Struga Poetry Evenings (Macedonia); Međunarodni festival suvremene poezije Brutal (Croatia); Poetas D(in)versos (Coruña); Babel Festival di letteratura e traduzione (Svizzera); ChiassoLetteraria (Svizzera); Internationales Literaturfestival Leukerbad (Svizzera); Poestate (Svizzera); Poetry on the Road (Germania); Days of Poetry and wine (Slovenia). Nel 2017 ha presentato il suo lavoro all’Università di Cork e all’Università di Dublino. Parteciperà̀ ai festival Ars Poetica (Slovacchia), 10Tal / The Stockholm Poetry Festival (Svezia), InVerse Poetry Festival (John Cabot University, Roma, Italia). Dal 2016 è tra i poeti selezionati nell’ambito del progetto Versopolis promosso dall’Unione Europea. Sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, tedesco, olandese, svedese, sloveno, croato, arabo, slovacco, romeno, armeno e macedone.

Le illustratrici interne

Il Collettivo SpiceLapis. Spicelapis è il temperamatite, ciò che affila, aguzza le matite e le menti per riversare in linee ordinate su carta il vortice che si ha nella testa.
Spicelapis è un collettivo di illustratori, nato a Udine nel dicembre 2015, che opera in modo attivo con l’intento di creare un luogo in cui far nascere idee e progetti legati all’illustrazione e all’arte. È una realtà totalmente autogestita e autofinanziata, nella quale la collaborazione di tutti i membri è fondante e fondamentale.
Attualmente il gruppo vanta diverse collaborazioni su tutto il territorio regionale, tra cui il circuito della Libreria Diffusa di Udine, la Biblioteca Guarneriana di San Daniele, il Daydreaming Project di Trieste ed il Far East Film Festival, per il quale ha realizzato la mostra “Metamorfosi” in Galleria Tina Modotti a Udine, ad Aprile 2017, per l’apertura della 19° ed. del Festival.
Per la prima volta collabora con Kipple Officina Libraria nel progetto di illustrazione del volume di VersiGuasti dedicato a Laura Accerboni.
www.facebook.com/SpiceLapis
spicelapis@gmail.com

L’autrice della copertina

Ksenja Laginja (Genova, 1981) alterna alla sua attività letteraria una ricerca sull’illustrazione e le sue sperimentazioni. Nel 2005 ha esordito con la sua prima silloge poetica “Smokers die younger”per Annexia edizioni. Finalista al Premio “Ossi di Seppia” (XX edizione) è redattrice di Bibbia d’Asfalto e collabora con Words Social Forum. I suoi testi sono presenti su antologie poetiche, blog e riviste letterarie, a cui affianca un’intensa attività di reading. Nel 2015 ha pubblicato la silloge “Praticare la notte” per Ladolfi Editore. Nel 2016 è stata selezionata come autrice dal progettoZENIT POESIA – Progetto 4×10<40, a cura di Sebastiano Aglieco e Marco Bellini, promosso dalla casa editrice La Vita Felice. Con i suoi disegni ha partecipato a esposizioni personali e collettive sul territorio nazionale. Nel 2017 ha vinto il concorso di illustrazione SCANNER, promosso dalla libreria Scripta Manent.

La collana VersiGuasti

VersiGuasti è la collana di Kipple Officina Libraria diretta da Alex Tonelli interamente dedicata alla poesia e alla letteratura lirica in versione digitale, alla costante ricerca di connessioni e poetiche appartenenti al Connettivismo e non solo.

Laura Accerboni, Poesie
Introduzione: Alex Tonelli
Illustrazioni interne: collettivo SpiceLapis (Francesca Macor, Mavi D’Andrea, Michela Borean, Patrizia Loccardi, Sara Zanello, Silvia Di Natale e Serena Giacchetta)
Copertina: Ksenja Laginja

Kipple Officina Libraria – Collana Versi Guasti – Pag. 39 – 0,95€
Formato ePub e Mobi – ISBN 978-88-98953-84-4

Link

Aleppo c’è: Roma, 2 ottobre

Care amiche e cari amici, segnatevi questa data: il 2 ottobre alle ore 18.00, sarà presentata a Roma, alla libreria IBS Libraccio, in Via Nazionale 252, l’antologia poetica Aleppo c’è.

Si tratta di un’opera molto importante, non solo per la grande qualità artistica, ma in virtù del supporto offerto all’organizzazione Medici senza Frontiere.

KippleBlog

Il 2 ottobre, alle ore 18.00, verrà presentata a Roma l’antologia poetica Aleppo c’è, presso la libreria IBS Libraccio, in Via Nazionale 252.

Edita da Kipple Officina Libraria, la raccolta è a cura del collettivo Bibbia d’Asfalto, e l’illustrazione della copertina è di Andrea Coppo. Con interventi di Stefania Di Lino, Annamaria Giannini, Ksenja Laginja, Redent Enzo Lomanno e reading degli autori present (qui l’evento Facebook).

Quando i numeri hanno braccia e gambe. Quando la guerra toglie dignità e valore all’essere umano. La guerra in Siria, da qualsiasi angolazione la si voglia guardare, è una catastrofe. Di più: è un genocidio. Che pretende di essere ascoltato. Proprio per questo, il Collettivo di scrittura Bibbia d’Asfalto, ha deciso di fare. La poesia, si sa, è fatta di parole. Di parole, non di soluzioni. Abbiamo scelto anche di andare oltre le parole. Di…

View original post 142 altre parole

Trentasette anni fa moriva un poeta

… Un grande poeta anzi, e anche un pensatore considerato scomodo, forse perchè fin troppo lucido e determinato. Poeta, dicevo, ma non solo: scrittore, giornalista, regista, polemista veemente. Mi riferisco naturalmente a Pier Paolo Pasolini, oggi ampiamente ricordato, almeno sul Web.

Cito il bell’articolo di Natale Fioretto sul blog magazine Graphomania, che non tralascia di evidenziare l’enorme importanza che non solo sul piano politico, ma anche quello culturale riveste tuttora la figura del grande intellettuale, barbaramente ucciso la notte tra il primo e il 2 novembre del 1975.

Di diverso tenore, ma non meno interessante, il pezzo di Simone Gambacorta apparso sempre oggi su Postpopuli, che prende le mosse da un rilievo mosso di recente da Antonio Pascale sulle pagine del Corriere della Sera, in merito alla presunta visione che avrebbe avuto di Napoli il grande poeta.

Da ultimo, un ricordo personale del momento in cui appresi la terribile notizia dell’assassinio di Pasolini, un tiepido pomeriggio di novembre di molti anni fa. Di nuovo su Graphomania.

La poesia di Mario Quintana presentata da Natale P. Fioretto

Un appuntamento importante per gli amanti della grande poesia, e non solo per loro, naturalmente, se è vero che la poesia salverà il mondo e l’intera umanità, per citare Octavio Paz, poeta messicano: domani, domenica 28 ottobre alle ore 18, a Formia (LT), presso La Libreria di Margherita, via Rubino, 42 Giuseppe Napolitano incontrerà  Natale P. Fioretto, docente dell’Università per Stranieri di Perugia, fine conoscitore e traduttore delle opere di Mario Quintana.

Sarà l’occasione non tanto per “spiegare”, quanto per introdurre la poesia del grande poeta e scrittore brasiliano.

La poesia è la bottiglia di un naufrago che gioca col mare.
Chi la trova
salva se stesso…

Edizioni Scudo inaugura la collana Vibrazioni

L’autunno è appena cominciato, ma sul fronte editoriale si prospetta davvero molto caldo. Le Edizioni Scudo – una iniziativa editoriale ideata da Giorgio Sangiorgi, scrittore e saggista e Luca Oleastri, illustratore professionista ed esperto di fantascienza – inaugurano infatti la nuova collana VIBRAZIONI, meritoriamente e coraggiosamente dedicata al negletto genere della poesia in tutte le sue forme e declinazioni, con due raccolte, così descritte dall’editore:

Il segreto di Adam, di Alessandra Biagini Scalambra
Con questo ebook si apre la nostra collana dedicata alla poesia, una tonalità della letteratura di cui si rischia di perdere il senso e la tradizione a causa delle necessita del marketing editoriale. Ovviamente volevamo iniziare con un regalo ai nostri lettori e con qualcosa che avesse più affinità con i temi che ci sono più cari, così iniziamo con l’opera di una scrittrice dalle solide basi letterarie, che si situa nell’alveo del fantasy e che ricorda certe opere poetiche tolkieniane. Sperando che i lettori gradiscano questa nuova proposta, ai poeti di tutte le latitudini e ispirazioni diciamo: fatevi avanti!
31 pagine A4, copertina di Luca Oleastri, illustrazioni interne di Giorgio Sangiorgi
EBOOK GRATUITO (formato PDF)

Gli Anni Dorati di Luca Oleastri
Dal 2009 al 2010, il nostro superillustratore, scrisse, periodicamente, su Internet una serie di haiku suoi personali e moderni, che qui vogliamo raccogliere. Gli haiku, per chi non li conosce, sono forme di breve poesia giapponese, il cui compito è colpire il lettore con un’immagine efficace, cui sempre è legato uno dei sentimenti quasi ineffabili che la vita ci ispira se le prestiamo attenzione. E questo sono queste brevi poesie di Luca Oleastri. Folgoranti, illuminanti, spesso tecnologici haiku del nuovo millennio.
38 pagine, copertina e 4 illustrazioni di Luca Oleastri, 21,59 cm x 27,94 cm, rilegatura termica, copertina morbida.
– LIBRO STAMPATO €6.99
– EBOOK GRATUITO (formato PDF)

Come acquistare i libri di Edizioni Scudo?

Tramite il sito http://www.edizioniscudo.it, nelle pagina dedicata alle varie collane.
Cliccando sulla copertina del libri si giunge direttamente alla pagina dello shop-on line di Lulu, nella quale si può anche sfogliare una anteprima del volume in visone. Dopodiché basta seguire le semplici istruzioni per l’acquisto. È possibile effettuare il pagamento mediante carte di credito Visa o MasterCard, con PayPal oppure con Postepay.

Info

Edizioni Scudo
Giorgio Sangiorgi: shortstoriesbook@gmail.com
Gruppo Facebook: Edizioni Scudo
Profilo Facebook: Short Stories
Newsletter: shortstoriesmag@gmail.com – oggetto “subscribe”

Concorsi letterari: Iustitia

La poesia è un’arte e, in quanto tale, ha potenzialmente la capacità di denunciare quanto non funziona nella nostra società e descrivere quanto invece c’è di buono.

Prende le mosse da questo assunto il concorso di poesia “Iustitia”, indetto dall’associazione culturale di Supersano “Rabdomante”, dedicata a chiunque si cimenti in quest’arte, dai 14 in su.

Il premio è diviso infatti in due sezioni, la sezione junior che prevede partecipanti entro i 19 anni ed è rivolta ai giovani, mentre la senior è rivolta agli adulti. Il premio, in denaro, prevede 200 euro per il primo classificato nella sezione senior e 100 euro per il vincitore nella sezione junior.

Gli elaborati saranno raccolti in una pubblicazione a cura della stessa associazione, che sarà presentata a Supersano in data e luogo che saranno comunicati in seguito.

Il concorso è patrocinato dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Supersano.

Per partecipare, bisogna seguire quanto dice il bando di concorso e compilare la scheda di partecipazione. Il bando completo con gli allegati può essere scaricato dal sito http://stendhaal.altervista.org.

Info: rabdomanzia@gmail.com.

La poesia di Grigore Vieru al Salone del Libro di Torino

Domani, 14 maggio, presso lo stand della Romania al Salone Internazionale del Libro di Torino (Padiglione 3, R130) alle ore 18,30 ci sarà la presentazione dell’antologia bilingue di poesie di Grigore Vieru, Orfeo rinasce nell’amore (Făgăduindu-mă iubirii), pubblicato dalla Graphe.it Edizioni. Il volume è apparso nell’ambito del programma “Translation and Publication Support Programme” dell’Istituto Culturale Romeno di Bucarest.

All’incontro prenderanno parte Olga Irimciuc, traduttrice del volume, e Roberto Russo, direttore della casa editrice Graphe.it di Perugia. Ci sarà la lettura di alcune poesie – in romeno e italiano – di Grigore Vieru.

La presentazione è curata dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia all’interno della manifestazione P.E.R. Romania – Proposte Editoriale Romene.