Il dolore negato

il-dolore-negato-523236Nei giorni scorsi mi sono occupato di un saggio a mio avviso prezioso, Il dolore negato.

Scritto dallo psicologo psicoterapeuta Pier Luigi Gallucci, il libro contiene brevi, ma profonde riflessioni di natura psicologica sulla pet loss, volte ad aiutare chi si trovi o si sia trovato nella dolorosa condizione di perdita di un animale domestico.

Ne parlo più diffusamente qui.

Annunci

L’ira della Medusa su La Zona Morta

Zona Morta

Prosegue incessante e proficua la serie di segnalazioni e recensioni dell’eBook L’ira della medusa.

Stavolta è il turno de La Zona Morta, storico sito d’informazione e critica letterario-cinematografica gestito dall’indomito Davide Longoni, che ovviamente ringrazio di cuore.

Il link diretto alla segnalazione

Le parole nell’aria

BerniMcGIll_LeparolenellariaDopo il libro di Tiziano Sclavi (Le voci dell’acqua), mi sono occupato di un altro volume dal titolo in fondo non troppo dissimile: Le parole nell’aria, di Bernie McGill, pubblicato di recente da Bollati Boringhieri.

Si tratta di un romanzo storico – sentimentale sui generis: non proprio il mio genere letterario preferito dunque, eppure devo ammettere che il libro non è malvagio.

Ambientato a fine ‘800 a Rathlin, restituisce bene il clima e le atmosfere di una località arretrata e inospitale, in stridente contrasto con la modernità incombente.

Certo, non manca l’elemento più squisitamente romantico, costituito in questo caso da una tormentata storia d’amore, ma tutto sommato il libro nell’insieme funziona.

Per chi volesse approfondire, ne ciancio più ampiamente qui.

Le voci dell’acqua, la graphic novel sperimentale di Tiziano Sclavi

img_0612Tiziano Sclavi, da molti considerato quasi una sorta di Salinger italiano del fumetto, ha scritto una graphic novel molto interessante, Le voci dell’acqua, pubblicata all’inizio dell’anno da Feltrinelli Comics.

D’impostazione quasi sperimentale, volutamente frammentaria nello sviluppo narrativo, si snoda in più episodi, tutti più o meno legati dal filo conduttore delle voci che sente il protagonista della storia principale.

Illustrata magnificamente dal poliedrico Werther Dell’Edera, affronta diversi temi cari al Dylaniato autore. Ho molto apprezzato questo lavoro di Sclavi, che mostra di non volersi piegare alle logiche del fumetto commerciale, nel segno di un desiderio di libertà creativa ed espressiva inesausta.

Ne parlo più diffusamente sul blog magazine Graphomania.

Perché scrivere?

978880623854higNei giorni scorsi ho letto e recensito per il blog magazine Graphomania, un volume molto interessante, Perché scrivere, del compianto Philip Roth.

Il libro contiene testi rigorosamente “non fiction” per un totale di 37 saggi, interviste e discorsi dell’autore. Benché non si tratti di materiali del tutto inediti, la rilevanza degli stessi è notevole. Non solo per chi, come il sottoscritto, apprezza l’opera del grande scrittore recentemente scomparso, ma anche per chi s’interessi in generale di scrittura e letteratura.

Colpiscono tra l’altro le interviste realizzate da PR ad alcuni illustri colleghi, che danno la misura dell’uomo, oltre che dell’intellettuale: generoso, appassionato, non geloso del lavoro altrui (caratteristica quest’ultima, ahimè poco diffusa in ambito letterario).

Insomma, leggere questa raccolta di scritti, risalenti a vari periodi storici, è un po’ come curiosare nella valigetta degli attrezzi di un gigante della letteratura moderna, punto di riferimento ineludibile per tutti noi.

L’acido solforico di Amèlie Nothomb

51b4QTokKCLDi recente mi sono occupato, per il blog magazine Graphomania, del romanzo d’esordio di Amèlie Nothomb, Igiene dell’assassino.

Non pago, mi sono dedicato alla lettura di un altro libro dell’infaticabile A.N., Acido solforico. Confesso di averlo apprezzato molto più dell’altro titolo, data l’attualità dei temi affrontati: lo strapotere dei media, la tv del dolore, l’offuscamento delle coscienze, una permanente tendenza all’oppressione delle minoranze…

Potete leggere la mia recensione a questo indirizzo.