Liberazione: Ma tra Bondi e Santoro che differenza c’è?

santoro_michele

Scrive Boris Sollazzo su Liberazione, a proposito della querelle che vede l’inedita coppia Santoro – Bondi intenta a duellare con la satira radio-televisiva:

La tv è già abbastanza avvilente ma le goffe e improbabili mosse di personaggi pubblici, siano ministri o anchorman politici di riconosciuta fama, spesso peggiorano la situazione. Come spesso gli capita, Berlusconi ha aperto una moda. Prima, specialmente in Rai, si epurava sotto traccia, senza chiassate c’erano esili lunghissimi se non eterni. Se si esclude Grillo e la dissociazione in diretta di Baudo, prima dell’editto bulgaro non si stroncavano programmi e carriere con dichiarazioni di “guerra” pubbliche. Ora invece è il contrario, le rubriche della critica televisiva potrebbero essere riempite da lettere legali o comunicati ministeriali.

Destra e sinistra ormai si specchiano nella loro permalosa identità di vedute, nelle ipocrisie, nelle tentazioni liberticide. […]

(leggi tutto l’articolo)

Annunci

Tempi duri per la satira

Michele Santoro diffida Joe Violanti di Radio Dimensione Suono per la sua imitazione radiofonica.

Non solo. Il ministro dei beni culturali, Sandro Bondi, ha scritto al presidente e al direttore generale della Rai, Petruccioli e Cappon: Glob-l’osceno del villaggio, trasmissione di Enrico Bertolino in onda la domenica notte su Raitre (alle 23,30), dice il ministro, è «ributtante e volgare»

(L’ammetto: Glob è una delle poche trasmissioni tv che guardo con piacere e vivo divertimento. Mi stupisce comunque l’uscita di Bondi, che ritengo persona intelligente e di solito equilibrata).

Nel video: Max Tortora imita Santoro.

Fanflop: Santoro sullo special di Vasco

Scrive Michele Santoro sul sito di Annozero, a proposito dello special televisivo trasmesso su Rai2 ieri sera, in occasione della prima tappa romana del tour di Vasco (a causa della messa in onda dello special, la trasmissione condotta da Santoro, non è andata in onda):

«[,,,] Purtroppo quello che abbiamo visto non è uno spettacolo capace di raccontare la forza che sprigioni, ma un assemblaggio insensato di clip, interrotto a tratti da un Gene Gnocchi in crisi dì identità. Abbiamo dovuto leggere solo sui giornali di questa mattina i momenti più forti del concerto che non sono stati riportati, con la giusta evidenza, durante la diretta di ieri sera. Ma Vasco Rossi è superiore a queste cose. E Annozero pure.”

Che dire, se non che Santoro ha pienamente ragione? Lo special è stato davvero di modesto livello, con uno Gnocchi fantozziano e insopportabile e un pericoloso sentore di approssimazione nella generale impostazione dello special.