Processo alla strega

È appena uscito Processo alla strega, ebook di Nicola Verde, autore noir tra i più talentuosi nel panorama letterario di casa nostra. L’opera è disponibile in formato epub e mobi sui principali store on line al costo di € 1,60.

Questa la trama:

Sul finire del XVI secolo una donna, Julia Carta, scompare durante il processo inquisitorio a suo carico. Ricompare in pieno XX secolo. Per, poi, sparire di nuovo e ritornare da dove è venuta. L’uomo che indaga appartiene alla fantomatica Commissione per la fortificazione dei fondamenti della dottrina, costola della Congregazione per la dottrina della fede, che altri non è che la Santa Inquisizione. La commissione è istituita per prevenire eventuali contestazioni scientifiche a fatti finora considerati miracolosi. Di nuovo, dopo circa quattro secoli, a indagare su quella donna è l’istituzione ecclesiastica più temuta. Ma stavolta, bruciare i documenti del processo, significherebbe mandarla al rogo una seconda volta…

Il ritorno di Nicola Verde: La sconosciuta del lago

È da poco felicemente approdato in libreria il nuovo libro di Nicola Verde, La sconosciuta del lago. L’editore è Hobby & Work. Si tratta del quarto romanzo del bravo scrittore romano. La trama in breve: una vicenda dagli aspetti torbidi e inquietanti, ambientata a Roma e dintorni nel 1955 e che trae origine da un fatto di cronaca (rigorosamente nera) accaduto realmente proprio quell’anno, passato tristemente alla storia come “la decapitata di Castelgandolfo”.

Il commissario incaricato di risolvere il mistero della morte è decisamente un eroe negativo: complessato e dominato dai pregiudizi, è per di più sessualmente represso – tra l’altro la sessualità è elemento chiave dell’intera vicenda – afflitto da un soprannome dispregiativo: “Mezzacanna“, affibbiatogli non si sa da chi né perché.

La vittima non è da meno, dal momento che anche lei ha la sua storia “storta” da raccontare, come fa lei stessa, in un ardito paradosso letterario. Non solo: anche chi le è stato vicino racconterà quella storia: dal patrigno alla madre, alla sorella, alle sue amiche.

Ognuno però con la sua parte di verità e di menzogna. Perché, come recita il risvolto di copertina, questo è un romanzo dalle molte menzogne e dalle poche verità. Nessuno è esente da colpe, ciascuno ha il suo lato oscuro di cui vergognarsi e da nascondere. Proprio come spesso capita nella realtà.

Sul filo del rasoio

Crimine: flagello in continuo mutamento in grado di varcare qualsiasi limite di spazio e di tempo. Tecnologia: strumento in continua evoluzione in grado sia di deformare l’arte del delitto che di adattare le modalità per combatterlo. Tra umani e biomacchine, armi inimmaginabili e moventi impensabili, alienazioni del possibile e distorsioni del reale, ventidue storie del crimine a venire. Ventidue autori fuoriclasse, tra cui alcuni vincitori del premio Tedeschi e del premio Urania, narrano il cuore di tenebra di un’Italia futura e futuribile in equilibrio sempre più instabile “sul filo del rasoio”.

È appena approdata in edicola l’antologia Sul filo del rasoio, nella collana Supergiallo Mondadori. Si tratta di una raccolta particolarissima, curata da un nome che è quasi… un nume della narrativa di genere, ossia Gianfranco de Turris, composta da 22 racconti che mescolano abilmente noir, mistery e s.f.

Segnalo in particolare i racconti di Giulio Leoni, Massimo Mongai, Nicola Verde ed Errico Passaro.

5,50 euro ben spesi, insomma!