Una ricerca svela tutti i numeri del Print on Demand e del Self Publishing

Il Self Publishing secondo Lulu.com

Anche in Italia sta crescendo il mercato del Print on Demand. Quasi ogni mese, nel nostro paese nasce un nuovo servizio in grado di offrire soluzioni per l’autopubblicazione a tutti gli autori esordienti e non, che desiderano sperimentare una strada alternativa per entrare nel mondo dell’editoria.

Come pioniere di questo settore, presente sul mercato internazionale già dal 2002, Lulu.com ha una visione privilegiata del panorama del Self Publishing e ha così deciso, oggi, di “mettersi a nudo”, svelando tutti i numeri del Print on Demand.

In costante crescita mese dopo mese, il POD di Lulu.com, secondo una ricerca interna, registra 1 nuovo prodotto pubblicato ogni minuto e 53 secondi. Questa è la media registrata, a livello mondiale, da Lulu.com, mercato leader per i nuovi contenuti digitali su Internet, che ogni settimana accoglie ben 15.000 nuovi utenti.

Presente dal 2002 online, su Lulu sono stati venduti sinora più di 4.218.000 da oltre 1.813.000 autori. Durante il 2006, secondo Google blog Search, oltre 1.930.000 blog hanno menzionato o linkato Lulu.com.

In Italia, da ottobre 2006 ad oggi sono stati venduti oltre 72.000 libri, quindi circa 3.700 libri al mese. Le creazioni fotografiche hanno superato i 3.000 prodotti pubblicati, mentre i media ditali sono a quota 2.500.

Lulu, una società privata, è stata fondata da Bob Young nel 2002 e permette ai creatori di contenuti di pubblicarli sia in formato cartaceo che in formato multimediale. Lulu ha oltre 3 milioni di visitatori unici al mese. Gli utenti di Lulu attualmente pubblicano più di 4.000 nuovi contenuti – libri, video, calendari, musica – ogni settimana e le registrazioni crescono di oltre 15.000 nuovi utenti ogni sette giorni. Come mercato globale, Lulu ha finora pagato milioni di dollari di diritti ai propri creatori.

# # #
Per ulteriori informazioni su Lulu.com:
Eleonora Gandini
PR Manager Italy Lulu.com
egandini@lulu.com
oppure europe_pr@lulu.com

Web e letteratura: alle radici di un rapporto complesso

L’avvento di nuovi sistemi di diffusione della letteratura – semplificando, il Web in senso lato e il print on demand più nello specifico – e il progressivo affermarsi di nuovi schemi di distribuzione e gestione dei diritti d’autore stanno mutando radicalmente lo scenario editoriale e autoriale.

Giuseppe Panella, docente presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha analizzato la complessa materia in un saggio interessantissimo, Potere (editoriale) e letteratura: rivincita del web e morte dell’ autore, che potete leggere su Scriptorium, a quest’indirizzo.