Processo agli Scorpioni

Approda oggi in libreria, e a breve anche on line con licenza Creative Commons, un volume al quale tengo particolarmente: Processo agli scorpioni – Balcani e crimini di guerra. Paramilitari alla sbarra per il massacro di Srebrenica (Stampa Alternativa, 2009).

Il libro, scritto da Jasmina Tešanović, attivista delle Donne in nero di Belgrado, giornalista e blogger, ricostruisce non solo una vicenda giudiziaria, ma riesce a mostrare anche il versante umano – o inumano, fate voi – della vicenda, senza tuttavia senza indulgere in pietismi o  compiacimenti di sorta.

Avere per vicino Dragan Dabic, anzi Karadzic

Jasmina Tesanovic
Jasmina Tesanovic

Ricordate la vicenda paradossale dell’ex leader serbo-bosniaco Radovan Karadžić, nascosto “alla luce del sole” nella stessa Belgrado sotto mentite spoglie, con l’identità del medico “New Age” Dragan Dabic? Ebbene, c’è chi l’ha avuto, suo malgrado, per vicino, come mi ha raccontato Jasmina Tesanovic, protagonista dell’incredibile vicenda, in questa intervista, realizzata per PeaceLink.

Srebrenica: condanne e assoluzioni

Sarajevo, 29 lug. – La Camera per i crimini di guerra del Tribunale di Stato della Bosnia-Erzegovina ha condannato 7 serbo-bosniaci ad un totale di 284 anni di reclusione perche’ ritenuti colpevoli di genocidio nella strage di Srebrenica (11 luglio 1995).

Sono stati invece prosciolti altri quattro imputati, anch’essi alla sbarra per i crimini compiuti a Srebrenica durante il conflitto della Bosnia (1992-1995).

Dr. Dragan Dabic, aka Radovan Karadzic
"Dr. Dragan Dabic", aka Radovan Karadzic

Nel frattempo, la Tv pubblica serba ha trasmesso un nuovo video del ‘dottor Dragan Dabic’, la falsa identità sotto cui si nascondeva Radovan Karadzic, con immagini dell’ex presidente serbo-bosniaco ospite, in compagnia di una donna, a una festa in una clinica di Belgrado.

(Adnkronos/Dpa)

La giustizia degli uomini

L’Aja, 3 lug. – Il Tribunale penale internazionale (Tpi) per l’ex Jugoslavia ha assolto Naser Oric, ex guardia del corpo dell’allora presidente serbo Slobodan Milosevic che, tra il 1992 e il 1993, era comandante delle forze bosniache musulmane nell’enclave di Srebrenica, accusate del saccheggio di cinquanta villaggi serbi, che provocarono la fuga di migliaia di sfollati serbo-bosniaci.

In primo grado, Oric era stato condannato a due anni.

(via Adnkronos)

Processo agli Scorpioni su Nokoss

Vi segnalo questa recensione, a firma Mariagrazia Liotta, del libro Processo agli Scorpioni di Jasmina Tesanovic.

Uno stralcio:

“La Tesanovic ci porta in mezzo alle Donne in Nero, nell’aula di Tribunale dove gli Scorpioni vennero messi alla sbarra e da dove uscirono senza neanche troppi graffi e ferite. C’è la cronaca giudiziaria degli interrogatori, delle attese, degli ingressi in aula. Ma c’è anche molta emotività: si sente salire la rabbia, la commozione, la speranza e la tristezza, si sente la confusione di un processo dove a volte i ruoli si invertono, dove sembra che gli Scorpioni siano i buoni difensori eroici della patria e le vittime solo presenze da dimenticare.”